Bilancio positivo per l’attività estiva del Vespa Club Perugia

774

Quasi duemila chilometri percorsi in Umbria e nei territori limitrofi attraverso percorsi suggestivi, tra natura e cultura

Si chiude positivamente l’attività estiva del Vespa Club Perugia. Nei mesi di agosto e settembre il Consiglio Direttivo ha promosso tra i soci ben nove giri turistici, volti a raggiungere alcune delle tappe più suggestive dell’Umbria e dei territori limitrofi.

Dal Lago Trasimeno a Gubbio, passando per Cortona, Todi, Pietralunga, Castiglion Fiorentino, Monte Castello di Vibio, Montefalco e Pienza. Quasi duemila i chilometri percorsi in sella alla mitica Vespa, con una buona risposta da parte dei soci.

“Abbiamo ideato questa iniziativa, denominata ‘Un’Estate in Vespa’ – dichiara il Presidente Andrea Sonaglia – con l’obiettivo di creare un momento di aggregazione tra i soci che coinvolgesse la Vespa. Alcune ore per stare insieme e per scoprire o ripercorrere itinerari emozionanti tra natura e cultura. Non solo l’Umbria ma abbiamo spesso attraversato anche la vicina Toscana. Crediamo che queste iniziative nel tempo possano essere più stimolanti per avvicinare al vespismo i giovani o i nuovi appassionati, rispetto ad una tradizione che vede fin troppo legata l’attività dei club alla partecipazione ai raduni nazionali. Eventi quest’ultimi che fanno parte della tradizione e che necessitano di essere salvaguardati, ma attraverso formule diverse che non vedano come principale finalità la raccolta delle quote di iscrizione, unita all’organizzazione di pasti interminabili”.

Chiusa la parentesi estiva, il Vespa Club Perugia è pronto ad affrontare la stagione autunnale.

“Stiamo lavorando – dichiara il Vice Presidente Roberto Natali – ad una serie di iniziative volte a mantenere vivo l’interesse tra i soci anche nei mesi in cui il clima non giocherà a nostro favore. Saranno organizzate delle gite fuori regione da fare in autobus e proposte serate conviviali con l’abbinamento di approfondimenti culturali legati ai motori e non solo”.